Categoria: #Internet (Pagina 1 di 2)

FABIO ROVAZZI diventa OPERATORE MORTE, il nuovo personaggio di CALL OF DUTY MODERN WARFARE E WARZONE!

Grande videogiocatore e da sempre fan della saga “Call of Duty”, FABIO ROVAZZIcantante, autore, attore e regista, ha ispirato un personaggio giocabile in “Call of Duty Warzone”. “Morte” il nome dell’operatore a cui ha prestato le sembianze, un ex membro delle forze speciali presentato nel gioco in versione “spaghetti western”.

Milano, 7 settembre 2020 – A partire da oggi, gli utenti di tutto il mondo avranno un operatore in più con cui giocare a “Call of Duty: Modern Warfare” e “Warzone”, sparatutto in prima persona free-to-play ambientato nel mondo di Modern Warfare® che conta più di 75 milioni di giocatori. Morte il suo nome in codice, sarà “interpretato” e doppiato da Fabio Rovazzi, poliedrico artista classe 1991, con trascorsi come cantante, attore e regista, ed una storica passione per Call of Duty.  

Il nuovo operatore sarà un ex-soldato delle forze speciali del 1°Reggimento Col-Moschin, ma presenterà caratteristiche molto particolari oltre alle sembianze di Rovazzi: l’ispirazione del suo personaggio, infatti, attinge a piene mani dal genere cinematografico ‘spaghetti western’ che negli anni sessanta e settanta rilanciarono il genere in Italia, grazie ad importantissimi registi capaci di coinvolgere attori di fama internazionale per film rimasti veri e propri cult del genere. Via quindi il classico basco da soldato, sostituito da un cappello da cowboy, un poncho a coprire le spalle, barba incolta ed il classico movimento a ‘giravolta’ della pistola che rotea sull’indice nel momento dell’estrazione dalla fondina.

“Diventare un personaggio di Call of Duty era un timido sogno, che però ho sempre avuto – ha dichiarato Rovazzi – farlo in questo modo, con un personaggio a cui presto le sembianze e la voce, è stato decisamente esaltante”.

Curiosa anche la “storia” di Morte, il personaggio interpretato nel gioco da Rovazzi, che nell’opera di fantasia prende il nome di Sergio Sulla, un ragazzo salernitano con la passione per i film western ed il sogno di diventare un tutore della legge. I suoi desideri si infrangono però contro il suo carattere duro e rabbioso, costringendolo al carcere minorile per aver “energicamente difeso” dei malcapitati dall’attacco di bulli. Interdetta la strada dell’uomo di legge, sceglierà quindi di arruolarsi come volontario nel Col. Moschin, servendo in Iraq e Libia, ma anche la divisa militare sta stretta e quindi la svestirà, a favore di un incarico come operatore sotto copertura, scegliendo appunto Morte come nickname, un tributo alla morte del suo sogno infranto, di diventare un tutore della legge.

Morte si unisce a Captain Price, Ghost, Gaz e agli altri leggendari operatori di Call of Duty.

Call of Duty®: WarzoneTM a oggi ha raggiunto 75 milioni di giocatori.

Call of Duty®: WarzoneTM è scaricabile gratuitamente su PlayStation 4, Xbox One e PC, richiesta la connessione Internet. Il gioco completo Call of Duty : Modern Warfare è venduto separatamente.

Tecnologia, internet e rapporti umani

La tecnologia sta cambiando le interazioni tra le persone. Le connessioni in pochi anni si sono moltiplicate e gli stimoli sono ovunque. Cosa comporta questo aumento smisurato della tecnologia nella vita di tutti i giorni? Come cambiano i nostri rapporti?

  • Rapporti umani

La tecnologia sicuramente sta cambiando i nostri rapporti interpersonali, se prima i punti di incontro potevano essere il bar, l’ufficio, la palestra, ora per molte persone il miglior punto di incontro è sul web, nei social. Questo sta notevolmente cambiando la vita quotidiana.

Facebook, Tinder e molti altri social o app, sono ottimi esempi. Circa il 22% delle persone dai 25 ai 34 anni e il 17% di quelle comprese tra i 35 e i 44 anni hanno utilizzato siti o app di incontri online. Anche se i social e le app di incontri riescono ad aiutare i più timidi, eliminando i freni inibitori, in realtà non fanno altro che portarci verso un isolamento sociale. Il web da l’impressione di conoscere e poter interagire con migliaia di persone, ma sempre senza lasciare il divano di casa.

Il costante coinvolgimento in queste app, per molti non è più uno svago ma sta diventando uno scopo, un obiettivo.

  • La comunicazione

I servizi di messaggistica e live chat, come Facebook, Skype, Twitter, danno l’illusione della vicinanza tra le persone, in questo modo viene meno il significato del termine distanza e anche il tempo assume una dimensione diversa. Ormai per tutti siamo disponibili 24/7.

La tecnologia è un ottimo strumento per tenersi in contatto con le persone, ma se usata in eccesso o nel modo sbagliato è causa di molti problemi.

Il costante uso della comunicazione digitale, ha portato un cambiamento della stessa. La mancanza più grande con i servizi di messaggistica, sono le espressioni, che fanno capire all’interlocutore il contesto della conversazione, ironia, sarcasmo, rabbia etc. ed è qui che subentrano le emoticon, l’evoluzione delle espressioni digitali.

L’anonimato (in alcuni casi) e la distanza fisica con l’interlocutore, riesce in qualche modo a cambiare anche le reazioni delle persone, basti pensare ad una brutta comunicazione (ed eventuale reazione) data ad un amico tramite un messaggio su un social. La percezione di quello che si sta vivendo in quell’istante è totalmente diversa da una comunicazione data dal vivo.

La tecnologia è uno strumento meraviglioso, basti pensare all’utilizzo che se ne fa oggi in caso di catastrofi naturali o attentati, in pochi istanti le notizie fanno il giro del mondo, allo stesso tempo le persone coinvolte sono in grado di dare un riscontro dell’accaduto e del loro stesso stato, la tecnologia è anche in grado di dare più fiducia in se stessi, se ben utilizzata può aiutare e migliorare le relazioni. E’ stato dimostrato che in coppie di lunga data, la tecnologia ha rafforzato la relazione.

Che cosa è la crittografia?

La crittografia ha origini molto lontane. Per la prima volta, fu utilizzata dagli Egizi, Maya, poi Greci e Romani, come forma di protezione per i messaggi. Oggi, nell’era digitale, la crittografia viene utilizzata per garantire la riservatezza e sicurezza dei nostri dati.

Continua a leggere

« Articoli meno recenti

© 2020 Max Trip

Tema di Anders NorenSu ↑