Secondo singolo estratto dal nuovo album di prossima uscita per Vulcano, Aurelia è un flusso di pop e sonorità elettroniche, in perfetto equilibrio con la voce delicata di Marta. Una canzone dalla forza propulsiva, carico di synth e nostalgia, un promemoria per celebrare i momenti preziosi che non dimenticheremo e non potevamo immaginare.Ancora una volta sequenze sintetiche diventano la cornice perfetta per l’empatia evocativa dei testi di Marta, creando una sinergia pop dinamica e avvolgente. Aurelia ci ricorda che la vita è un susseguirsi di momenti destinati a diventare ricordi, che come le mode sono destinati a tornare e ripetersi, in un ciclo continuo, senza estinguersi mai, come sacchetti di plastica. 
Con il loro primo EP e l’album di debutto “Fuori dalla Giungla”, Tersø hanno saputo portare il cantautorato elettronico italiano in una dimensione più elegante e raffinata, attirando l’attenzione delle orecchie più attente a captare nuovi suoni e conquistando pubblico e critica. 

BIO: 
Tersø nasce nell’inverno del 2016 dall’incontro tra Marta Moretti e il producer Alessandro Renzetti. I testi e le melodie di Marta uniti alle sonorità elettroniche ne hanno fin da subito caratterizzato la scrittura e il sound donandogli atmosfere nordiche e un’attitudine internazionale. La ricerca sonora, durante la fase di scrittura dei brani, è ulteriormente approfondita dalla collaborazione con il producer Alèfe e il batterista Luca Ferriani. Il singolo d’esordio “Non mi sento” esce a marzo 2017 per Locale Internazionale, anticipando l’ep “L’altra parte” mixato dal producer e sound engineer Marco Caldera. Ben accolto dalla critica dà il via ad una serie di concerti che tocca le principali città italiane. A fine 2018 i singoli “Lynch” e “Stramonio” precedono l’album “Fuori dalla giungla” per la label Vulcano, seguito poi da una serie di date live che vede la band nei cartelloni dei maggiori festival italiani. Nell’estate 2020 i Tersø tornano in studio per ultimare il secondo album, prodotto insieme a Marco Caldera, e che sarà preceduto dai brani “Laser” e “Aurelia”.