Jesse Mac Cormack nonostante l’instabilità dei tempi odierni non si perde d’animo e presenta al suo pubblico due nuovissime canzoni: “Let It Go” ed “Incomplete”, che seguono l’uscita del singolo “LBTA” dello scorso giugno, e dell’EP “NOW RMX”, una raccolta di remix di brani estratti dall’album Now (2019) realizzati da CRi, Ryan Playground e dallo stesso Jesse.

A Jesse non dispiace condividere le storie che si celano dietro a “Let it go”“Lascia andare le cose che non puoi cambiare. Due individui chiusi in una relazione tossica: manipolazione e controllo. Cosa puoi fare? Dopo così tanto tempo, ti chiedi se riescano ancora a ricordare come ci si sente a sentirsi liberi “.

Riguardo a “Incomplete”, aggiunge: “Sono io che ho una conversazione con Dio. Ora vive per strada ed è vittima della sua stessa invenzione. Non è mai stata sua intenzione corrompere, mentire e ferire. Ora che il mondo è morente e che l’estrema destra e sinistra si incontrano in fondo al cerchio, desidera un cambiamento”.

Now, ultima fatica discografica di Jesse è stato premiato agli ADISQ Awards 2019 come miglior album anglofono dell’anno, ed è stato elogiato dalla critica di tutto il mondo.
NPR Music lo definisce un creatore di un folk-pop psichedelico ed ipnotico, mentre Rolling Stone Germania l’ha definito un album di debutto assolutamente affascinante.
Nel frattempo l’album ha totalizzato 3 milioni di streams.

Jesse è un polistrumentista e produttore dal talento prodigioso, ed ha prodotto tutti i volumi dell’acclamato “Altogether Unaccompanied ” di Helena Deland, oltre ad aver lavorato con Rosie Valland e Philippe Brach. 
Inoltre è stato invitato più volte al Montreal International Jazz Festival per celebrare Stevie Ray Vaughan e Muddy Waters.

Nel corso dei primi anni di carriera è stato influenzato da lunghe collaborazioni con Patrick Watson, The Barr Brothers e Cat Power con i quali si è esibito per tutto il mondo.