Categoria: #Libri

Da oggi è disponibile nelle librerie e negli store digitali “ROCK&ROLL ALL’INFERNO”, il nuovo libro di FRANCESCO MARIA GALLO a compendio dell’opera electro rock “INFERNO”

Da oggi è disponibile nelle librerie e negli store digitali ROCK&ROLL ALL’INFERNO” (GEC Edizioni, collana Parole e Musiche, ISBN 9781034768821), il nuovo libello del cantautore FRANCESCO MARIA GALLO a compendio della sua opera electro rock INFERNO” (https://www.infernooperarock.com/inferno-versione-cd-e-vinile), disponibile in formato cd, vinile e in digitale dal 25 marzo 2021 (giornata delDantedì, a 700 anni dalla morte del sommo Poeta). 

Il libro è acquistabile in cartaceo su Amazon (https://www.amazon.it/dp/1034768824/ref=cm_sw_r_oth_api_glt_i_ERXXN8K5MVS9X73Y2Z6E), Ibs e Apple ed è inoltre disponibile in formato eBook su Blurb(https://it.blurb.com/b/10669383-rock-and-roll-all-inferno).

In “ROCK&ROLL ALL’INFERNO”, libretto di 90 pagine con illustrazioni a colori e copertina a coloriFrancesco Maria Gallo offre una guida ragionata all’ascolto del suo ultimo lavoro discografico “INFERNO, uscito per l’etichetta bolognese SanLucaSound e ispirato alla celebre cantica della Divina Commedia. Prodotto da Renato Droghetti con la supervisione di Manuel Auteri, l’opera electro rock, con musiche e testi di Francesco Maria Gallo, è una vera e propria rielaborazione dell’Inferno dantesco.

ROCK&ROLL ALL’INFERNO” vuole rappresentare il percorso di riflessione avvenuto durante la stesura dei testi delle canzoni di INFERNO”. Per Francesco Maria Gallo si è trattato di un viaggio lungo e periglioso nell’inferno dantesco, che lo ha appassionato e gli ha permesso di scoprire ed elaborare aspetti fino ad ora sconosciuti di Paolo e Francesca, Medusa, Pier Delle Vigne, di Ulisse, del Conte Ugolino e dello stesso Lucifero. Alcuni di questi personaggi sono stati forse immeritatamente condannati a soffrire le pene dell’inferno e sono per questo fortemente aggrappati alla verità del rock, nella speranza di una redenzione eterna.

Il pamphlet “ROCK&ROLL ALL’INFERNO” è suddiviso in 5 capitoli: premessaanalisi dell’opera rock e dei personaggitesti dell’opera rock Inferno, i controcanti di Carla Francesca Catanese e Addicted(raccolta di interviste significative e analisi del rapporto tra Dante Alighieri e la musica rock da metà degli anni 70 ad oggi).

«Attraverso il sound inconfondibile del rock – afferma Francesco Maria Gallo – vi porterò con me in un viaggio incredibile, rendendo reale e tangibile ai vostri sensi tutto ciò che l’immaginazione crea attraverso l’ascolto della mia Opera Rock. La scrittura per la musica e quella per la letteratura sono parte l’una dell’altra e insieme appartengono a un unico universo cosmico. L’una non può esistere senza l’altra, due parti di sé per essere una parte di tutti – e Gallo prosegue ancora immaginando il commento del Sommo Poeta  “Ma poi che ascoltava la opera rock de lo mio Inferno dico, per altra via, per altri porti verrai sempre a me che ‘l tempo sommo poeta rock divenni, ma redente per lo merito del libello del cantore Gallo, che ingiustamente condannai omini e donne a perir le pene de lo mio Inferno”».

Con “INFERNO il cantautore Francesco Maria Gallo sovrascrive la propria libera interpretazione dei canti e dei personaggi scelti, che qui raccontano la loro propria verità.  Il tutto rielaborato in chiave rock con l’apporto di grandi artisti quali Ricky Portera (chitarra), Pier Mingotti (basso), Stefano “Perez” Peretto (batteria), Pietro Posani (chitarra), Simona Rae (cori e voce in “Francesca”) e Enrico Evangelisti (feat in “L’Inganno di Dante”).

Questa la tracklist di “INFERNO: “Selva Oscura”, “Caronte”, “Francesca” (interpretata da Simona Rae), “Bacio Sospeso”, “Medusa”, “Il Silenzio di Pier”, “Il Gigante”, “Ugolino”, “L’imperatore del dolore” feat Simona Rea, “Inferno” feat Enrico Evangelisti e la ghost track “Desolazione”. 

Cantautore, autore televisivo, storyteller, comunicatore, mass mediologo, FRANCESCO MARIA GALLO è laureato in Musicologia e Comunicazione di massa al Dams di Bologna. Ha scritto diversi format televisivi per Rai1 e Rai2 tra i quali Suicidi Letterari: morire di penna nel ‘900 (RAI2), Il Premio per il Lavoro (due edizioni per RAI2 e una edizione per RAI1), The voice of ethics, TED televisivo sull’etica dell’innovazione trasmesso in diretta su piattaforma Sky. Ha collaborato con Silvia Ronchey e Beppe Scaraffia come consulente autorale al Festival della poesia di Sanremo (RAI2). È stato fondatore, frontman e autore dei Calabrolesi Rock Band e successivamente di Legality Band Project, entrambe rock band che promuovono etica e legalità.

Autore e interprete di diverse canzoni a sfondo sociale tra le quali “Ventu”, testo che racconta vicende di ‘Ndrangheta in Calabria. Nel 2010 ha ricevuto il Leone d’oro di Class CNBC per la comunicazione sociale.

Questa sera alle ore 18.00 in diretta streaming EZIO GUAITAMACCHI, insieme a MANUEL AGNELLI presenterà il suo nuovo libro “AMORE, MORTE E ROCK ‘N’ ROLL”

È disponibile in libreria e negli store digitali “AMORE, MORTE E ROCK ‘N’ ROLL” – LE ULTIME ORE DI 50 ROCKSTAR: RETROSCENA E MISTERI (Hoepli),il nuovo libro dello scrittore e giornalista musicale, EZIO GUAITAMACCHI, dedicato agli ultimi istanti di vita di diverse icone del rock.

Arricchiscono il volume le prefazioni di ENRICO RUGGERI e di PAMELA DES BARRES (una delle groupie più iconiche negli anni Sessanta e Settanta).

Domani sera, martedì 15 dicembre, alle ore 18.00 EZIO GUAITAMACCHI e MANUEL AGNELLI dialogheranno, in diretta sul canale Facebook della casa editrice Hoepli (www.facebook.com/HoepliLibreriaEditore), sulle storie di alcune rockstar del libro e sulle loro morti. Si parlerà in particolare di quelle causate da eventi drammatici, coincidenze incredibili o eventi imprevedibili, in quanto circondate ancora oggi da un alone di mistero.

Alla fine del dialogo, Ezio ed i suoi ospiti proporranno un breve quiz al pubblico della diretta e i vincitori riceveranno una copia del libro.

Decano del giornalismo musicale, autore e conduttore radio/tv, scrittore, docente e performer, direttore di due riviste specializzate e di varie collane di libri, nonché autore di una ventina di titoli sulla storia del rock, amante del “dark side” del mondo della musica, EZIO GUAITAMACCHI ha voluto in questo nuovo libro spingersi oltre, raccontando come le ultime ore di vita di cinquanta rockstar siano spesso intrecciate con i loro grandi affetti e come la mancanza dei medesimi possa essere, a volte, un killer spietato.

Per questo l’opera, Illustrata da Francesco Barcella, raggruppa per tipologia di “crimine” gli ultimi momenti di diverse leggende della musica, corredando ogni storia con immagini d’archivio, box di approfondimento, citazioni e canzoni che fanno da “colonne sonore” ai racconti.

«Se la vita di una rockstar è fuori dall’ordinario, la sua fine così come i suoi grandi amori riportano questi personaggi “stellari” al rango di esseri umani – afferma Ezio Guaitamacchi – è stato bello raccontarne le ultime emozioni, le grandi gioie, i dolori più profondi così come i lati più bui e misteriosi senza mai dimenticare la loro formidabile arte, ancora oggi la miglior colonna sonora delle nostre esistenze».

Scritto in modo originale e appassionato, documentato con puntualità e rigore giornalistici, “AMORE, MORTE E ROCK ‘N’ ROLL” presenta retroscena, curiosità e aneddoti come: il mistero dei tre testamenti di Aretha Franklin, lipotesi di uno scandalo di pedofilia dietro la morte di Chris Cornell,l’inquietante “faccia a faccia” tra James Taylor e l’assassino di John Lennon poche ore prima dell’agguato al Dakota Building, lo strano giro di medici e psichiatri che circondava Prince e molto altro.

Insomma, le 360 pagine del libro (illustrate con immagini storiche e documentative) raccolgono storie incredibili in cui si mescolano mille emozioni, momenti di tensione e di commozione, tragedie enormi e amori infiniti.  

È disponibile in libreria e negli store digitali “IL MISTERO CHE TRASFORMA LA MUSICA IN EMOZIONI”, il nuovo libro di FRANCO MUSSIDA

È disponibile in libreria e negli store digitali “IL MISTERO CHE TRASFORMA LA MUSICA IN EMOZIONI” (Pazzini Editori), il nuovo libro del musicista, compositore, ricercatore ed esperto formatore musicale di giovani talenti FRANCO MUSSIDA.

Il Mistero Che Trasforma La Musica In Emozioni” raccoglie e racconta i momenti che hanno preceduto il seminario tenuto da Franco Mussida nel 2018 a Palermo in occasione del Corso “Zipoli”, organizzato e diretto da i due padri Gesuiti Eraldo Cacchione e Fausto Gianfreda. Partendo da una visione contenuta nelle parole del “Vangelo di Giovanni”, il testo prova a rispondere in senso laico a domande, apparentemente semplici, attraverso una particolare visione del “Verbo”, inteso come “realtà vibrante” che genera il creato visibile e, insieme a questo, l’invisibile che vive nella nostra “realtà interiore”. Un mondo emotivo che la Musica, più di altre arti sa illuminare, rendere vivo e percepibile, al punto di raccontare perfino chi siamo.

Riconoscere i poteri del suono che amplificano l’istinto emotivo, orientando il sentire dei giovani, è il campo di ricerca che impegna Franco Mussida da più di trent’anni. Il suo lavoro, i risultati delle osservazioni sui poteri emotivi ed evocativi della Musica portati tutt’ora in laboratori di formazione in contesti carcerari, costituiscono una strada nuova e originale, che vede la Musica come un elemento sacro ancora tutto da scoprire. Osservazioni e studi sul codice musicale sono riassunti sia in opere artistiche visive, attraverso sculture, disegni, pitture, installazioni esperienziali, che in diversi suoi libri tra cui: “La Musica Ignorata (Skira 2013) e “Le Chiavi nascoste della Musica (Skira 2016). Nel suo ultimo libro Il Pianeta della Musica” (Salani 2019), affronta il tema della complessità del codice musicale e di una “ecologia dei sentimenti”, attuabile partendo da una speciale tipologia di ascolto, “l’ascolto emotivo consapevole”. Una sintesi visiva del percorso di studi e delle sue opere è riassunta nel Museo di Arte Contemporanea di Lissone (MB), visitabile fino alla fine del mese di gennaio.

FRANCO MUSSIDA nasce a Milano nel 1947. È un musicista compositore; un artista e ricercatore che opera nell’ambito del rapporto tra Musica ed emozioni. È noto per essere tra i fondatori della Premiata Forneria Marconi e ne ha firmato i più importanti brani. Dal 1984, anno in cui concorre a fondare il CPM Music Institute di Milano, lavora e studia i poteri emotivi ed evocativi della Musica sulla persona. Sperimenta dal 1988 in luoghi di disagio sociale e in contesti carcerari attraverso progetti come CO2, audioteche di Musica strumentale di tutti i generi ed etnie divise per stati d’animo che formano oggi una rete nazionale. Un progetto supportato da un comitato scientifico a livello universitario, dal Ministero della Giustizia e dalla SIAE. Risultati, osservazioni, elaborazione dei dati e delle esperienze di 35 anni di lavoro, lo portano a inquadrare una strada che vede la Musica come un elemento sacro ancora tutto da scoprire. Uno strumento che offre una maggiore coscienza del “sentire”, una strada verso una ecologia dei sentimenti, presupposto per un vivere sociale più amorevole e libero.

GIORGIO PANARIELLO per la prima volta si racconta in “IO SONO MIO FRATELLO”, un libro autentico, intenso e personale DA OGGI IN LIBRERIA E NEGLI STORE DIGITALI

È l’alba del 27 dicembre 2011 quando una chiamata stravolge completamente la vita di GIORGIO PANARIELLO. Suo fratello Franco, cinquant’anni appena compiuti, è morto la sera prima «tra le braccia gelide della strada che per troppo tempo era stata la sua compagna».

A nove anni da quella tragica notte, PANARIELLO per la prima volta si racconta mettendo nero su bianco la storia che forse ha segnato maggiormente la sua vita, quella del rapporto con suo fratello; lo fa in un libro intenso, autentico e personale dal titolo “IO SONO MIO FRATELLO” (Mondadori), in libreria e negli store digitali da oggi, martedì 3 novembre, e già ai vertici delle classifiche di vendita degli store digitali in pre-order.

«Crescere senza affetto è come stare senza un tetto sopra la testa, non ci si sente mai protetti, difesi, mai a casa. È stata solo una questione di culo. Potevo nascere un anno dopo di lui e mio fratello sarei stato io. E invece è toccato a lui sentirsi addosso un anno di meno, un anno di troppo. Se la mia vita si stava incanalando sui binari giusti, quella di Franco a un certo punto ha deragliato».

Da sempre Giorgio custodisce questa storia che corre come un filo nascosto nella sua vita e ora, nell’anno in cui ha compiuto 60 anni, ha deciso di aprirsi e di immortalare sulla carta tutti quei frammenti di vissuto che lo hanno reso l’uomo che è oggi, attraverso un racconto schietto e a tratti pungente. “IO SONO MIO FRATELLO” è un libro che, grazie all’onestà e all’accuratezza dei sentimenti, riesce a muovere le corde più profonde delle nostre emozioni. 

GIORGIO PANARIELLO (Firenze, 1960) è attore di teatro, cinema e tv. Per Mondadori ha pubblicato Non ti lascerò mai soloGuardami negli occhiSo che ci sarai sempre e Adesso tu.

foto di Luca Pozzaglio

© 2021 Max Trip

Tema di Anders NorenSu ↑