E sogno è rimasto” è il primo inedito di Blu, giovane cantautore dall’inconfondibile timbro androgino. Il brano racconta il sentimento fra due ragazzi, stroncato sul nascere dai pregiudizi della madre di uno di loro. Il testo del pezzo descrive una vicenda realmente accaduta al cantautore, attraverso un susseguirsi di immagini e flash-back. Il brano è lo specchio di “Io sognavo noi”, disco d’esordio di prossima uscita che fotografa in musica i sentimenti di delusione e rammarico a seguito del rapporto troncato e mai vissuto con la persona di cui ci si era innamorati. Il racconto che trae ispirazione dal passato di Blu, vuole lanciare un messaggio di speranza e vicinanza nei confronti di chi ha vissuto o sta vivendo la stessa situazione.

Il concept-album contiene sei inediti (cinque in italiano e uno in lingua inglese). I testi sono di Blu (Mario Giarola), le musiche sono composte da Veronica Marchi (cantautrice veronese, insegnante storica di Blu e sua attuale vocal coach), in collaborazione con lo stesso autore.  Gli arrangiamenti sono di Davide De Blasio (CrazyBrains) e le voci sono registrate nello studio “Sotto il Mare” di Luca Tacconi (noto per aver registrato Elisa, Lewis Capaldi, Biagio Antonacci e molti altri).

La ballad autobiografica del giovane cantautore veronese affronta con delicatezza i temi dell’amore e dell’accettazione della diversità, anticipando il filo conduttore del concept-album di prossima uscita.